GAStello 2012: facciamo rete, Banca del Tempo, e barattiamo!

La rete GAStello 2012: finalità e modalità – info: 338 74 96 429 (Marcello)


GAStello è una rete di persone che condividono risorse e azioni al fine di passare da una modalità di vita basata su sfruttamento ed autoritarismo-gregarismo, ad una modalità di vita che vede l'individuo in armonia con l’ambiente umano e naturale, praticando rapporti all’insegna della conoscenza e della fiducia reciproche, libertà di informazione, autoproduzione, amore per la natura.

GAStello è nato nel 2011 come Gruppo di Acquisto Solidale, per iniziativa di alcuni soci della Associazione "Casa del Nibbio" (www.casadelnibbio.it) in Castel San Pietro Terme. Ai partecipanti al GAStello è richiesta per motivi gestionali (gestione privacy, servizi informatici, stampe, ecc) la iscrizione alla Casa del Nibbio, che ha un costo di euro 5 per il 2012, e dà diritto al socio di accedere a tutte le altre attività organizzate dalla Associazione.

Per ampliare la propria rete di persone, sostenerne e pubblicarne le iniziative, GAStello organizza e seleziona momenti conviviali quali: mercatini, mostre scambio, conferenze ed incontri, corsi e seminari, feste a tema, campagne educative, riunioni, ecc., avvalendosi dell'appoggio della associaizone Casa del Nibbio, così come di altre associazioni.

LA CASSETTA > Un momento centrale di GAStello è la cassetta settimanale di frutta e verdura biologica, fresca e di stagione, che viene distribuita in modo continuativo a tutti gli associati che ne fanno richiesta, nel periodo che va circa dalla metà di maggio alla fine di ogni anno.

La cassetta è di fatto il frutto di un pezzo di terra che i nostri amici contadini lavorano per nostro conto, e che noi possiamo andare a vedere ogni volta che desideriamo, ponendo loro qualunque domanda. La cassetta è insomma un modo "forte" di sviluppare insieme i valori comuni di ecologia, sostenibilità locale e globale, biodiversità, solidarietà, rapporto diretto tra persone.

Per partecipare alla “cassetta”, è necessario l’acquisto di due cassette pieghevoli, di misura e modello specifici (costo totale circa 10 euro), su cui apporre il proprio nome, che verranno utilizzate dai produttori per il trasporto e la consegna della frutta e verdura, scongiurando così le problematiche di trasporto quali rovesciamenti accidentali o schiacciamenti per cassette di misure incompatibili. Ogni settimana il partecipante consegnerà la cassetta vuota e riceverà la cassetta piena. La pulizia delle proprie cassette rimane a cura del partecipante. In caso di uscita dal gruppo le cassette rimarranno di proprietà del ex-partecipante.

La gestione logistica ed organizzativa delle cassette avviene in regime di servizio volontario da parte dei componenti del gruppo, che si accordano in base alle proprie disponibilità.

I nomi e i dati di contatto dei partecipanti alla cassetta settimanale di GAStello sono condivisi all’interno del gruppo. I contatti tra soci i il referente della cassetta settimanale o di altri ordini, devono avvenire preferibilmente in forma scritta, via mail o sms, e nei tempi prefissati che verranno pubblicati sul sito o nelle mail di “chiamate ordine”.

BANCA DEL TEMPO e BARATTO > Ciascun partecipante al GAStello può, oltre a proporre o partecipare ad acquisti collettivi, offrire agli altri soci le sue conoscenze, i suoi oggetti usati, e le sue autoproduzioni realizzate tenendo presenti i valori comuni, come ad esempio: detersivi, vestiti, giocattoli, specialità alimentari, conoscenze tecniche o tradizionali, manufatti con materiali riciclati, lezioni, riparazioni, ecc. Il socio potrà agire gratuitamente o richiedere contropartite di volta in volta concordate, come ad esempio: scambio di tempo, baratto, scambio con SCEC o altri buoni, permuta, e pagamento in denaro solo ed esclusivamente in regime di libera transazione tra privati.

GAStello invita i propri partecipanti a valutare la iscrizione ad arcipelago SCEC (www.scecservice.org).

Oltre ad essere un modo per guardare oltre l'epoca del signoraggio bancario e tornare in direzione di un'"economia reale", i buoni SCEC possono essere utilizzati in particolare come certificati per dare vita alla banca del tempo, secondo la equazione: “6 SCEC = 1 ora di tempo”.

Tale modalità di scambio fa parte di un progetto pilota che GAStello condivide con Banca del Tempo Zoè di Bologna e Banca del Tempo di Modena, che consente di fatto la gestione automatica della banca appoggiandosi al database online di scecservice.org, che funge quindi da principale centro di contatto tra le persone.

Con questa modalità quindi le pratiche di Scambio di oggetti o Scambio di tempo possono avvenire meglio grazie a una sinergia tra risorse già esistenti: l'idea della banca del tempo, in cui il valore è il tempo impiegato e non la prestazione; il mercato del baratto che consente alle persone di avvicinarsi e scambiare non prodotti asettici ed insostenibili, ma tasselli di una propria storia; i buoni scec, che rendono questi processi più semplici e fluidi, consentendo anche la identificazione formale delle persone iscritte.

REGOLE GENERALI > I rapporti tra i soci rimangono intesi come rapporti privati, salvo la possibilità di estromettere dal gruppo il socio che con il suo comportamento rechi danno alla realizzazione delle attività comuni.

Momento centrale della vita di GAStello sono le riunioni periodiche, cui tutti gli iscritti sono caldamente invitati a partecipare. Oltre alla riunione, il mezzo di comunicazione principale di GAStello è la mailing list attraverso cui ciascuno può proporre all’attenzione del gruppo iniziative, notizie, ordini collettivi, ecc.  l'indirizzo è: gastello(chiocciola)piazzaumana.it
La mailing list dell'anno scorso su GoogleGroups viene abbandonata a causa dei frequenti problemi tecnici; chi era iscritto a quella si ritrova ora iscritto a questa, senza nessuna complicazione, se non utilizzare d'ora in poi solo il nuovo indirizzo: gastello(chiocciola)piazzaumana.it
Rimane attivo l'indirizzo castellogas(chiocciola)gmail.com principalmente per ciò che riguarda i rapporti del GAStello con l'esterno.

Per partecipare a GAStello è necessario approvare in versione cartacea il presente documento che vale come dichiarazione di intenti e regolamento.
GAStello è attualmente curato da Marcello Peri come referente principale e responsabile dei vari aspetti informativi e organizzativi. Chi è interessato a condividere o sostenere una parte più o meno grande di questo lavoro può farlo presente sulla mailing list o durante una riunione.